Trustpilot
Trustpilot

Domande sull'olio di CBD

Domande frequenti sull'olio di CBD

Che cos'è il CBD?

Il cannabidiolo, abbreviato CBD, è un estratto naturale della pianta di canapa. Molti utenti apprezzano il CBD come alternativa erboristica ai farmaci convenzionali. Il CBD ha molte proprietà positive. Potrebbe avere un effetto antidolorifico e un effetto calmante sulla psiche. Inoltre, molti amanti del CBD riferiscono un effetto rilassante e antinfiammatorio. Esistono persino studi che dimostrano che il CBD può aiutare le persone a smettere di fumare. Anche in campo medico si stanno conducendo ricerche su come il CBD possa essere utilizzato per trattare malattie come il cancro, l'epilessia o il morbo di Alzheimer. In Germania e nell'UE il CBD può essere acquistato legalmente perché non è intossicante. 

Come devo dosare il CBD?

Il dosaggio corretto del CBD non è sempre facile. Di seguito vi mostriamo 5 consigli per un facile dosaggio del CBD:

  1. È necessario conoscere la quantità di CBD contenuta nel prodotto. Ad esempio, un olio di CBDSÍ di CBD al 5% contiene 500 mg di cannabidiolo. Una goccia contiene 2 mg di CBD.
  2. Il giusto dosaggio dipende da vari fattori. Oltre al peso corporeo, anche la gravità della condizione gioca un ruolo decisivo.
  3. Iniziare con un piccolo dosaggio. Molto non è sempre utile. Un dosaggio troppo elevato può provocare effetti collaterali indesiderati, come la stanchezza.
  4. Aumentare lentamente il dosaggio. Scrivete quanto CBD avete preso e sentito.
  5. Utilizzate un calcolatore di dosaggio per trovare il dosaggio ottimale per voi.

Come funziona il CBD?

Il CBD può influenzare il corpo perché ogni mammifero ha un sistema endocannabinoide. L'organismo produce da solo i cannabinoidi. Ma possono anche essere alimentati dall'esterno. Quando si assume olio di CBD, il cannabidiolo si attacca ai cosiddetti recettori CB1 e CB2 del sistema endocannabinoide. Questi inviano i segnali corrispondenti. Il sistema endocannabinoide fa parte del sistema nervoso centrale e i suoi recettori sono distribuiti in tutto il corpo. Sono localizzati nel cervello, tra l'altro, ed è per questo che il CBD può avere un effetto di regolazione del dolore e di miglioramento dell'umore, ad esempio. Il sistema endocannabinoide influenza anche l'apparato digerente, il sistema nervoso e il sistema immunitario. Ecco perché gli effetti del CBD sono così diversi.

Il CBD è legale?

La sostanza CBD è legale in Germania e non è considerata una sostanza stupefacente. La legalità dei prodotti a base di CBD, tuttavia, dipende da diversi fattori. In molti casi, la situazione legale non è sempre chiara.

Per essere legali, i prodotti a base di CBD devono soddisfare i seguenti requisiti legali:

  • Produzione di canapa commerciale nell'UE
  • Registrazione legalmente valida
  • Meno dello 0,2% di THC
  • Pubblicità senza promesse di guarigione
  • Vendita a partire dai 18 anni

Poiché il CBD non è inebriante, non ci sono problemi alla guida.

Che cos'è il THC?

THC è l'abbreviazione di tetraidrocannabinolo. Sono noti oltre 100 cannabinoidi, principi attivi naturali della pianta di canapa. I più noti sono il CBD e il THC. A differenza del CBD, il THC è psicoattivo e ha effetti collaterali come aumento dell'appetito, stanchezza o vertigini. Il THC è la sostanza che ci fa sballare quando si fuma l'erba. In Germania, la coltivazione, la distribuzione e il possesso sono ampiamente illegali. La situazione è diversa con i fiori di CBD, che hanno un aspetto molto simile a quello del THC. In rari casi eccezionali, la cannabis terapeutica con THC è disponibile su prescrizione medica. Questo perché gli studi dimostrano che il THC potrebbe essere particolarmente utile per i pazienti affetti da dolore cronico o da cancro. I prodotti CBD legali in Germania possono avere un contenuto di THC massimo dello 0,2%. Dalla fine del 2021, il nuovo governo tedesco intende legalizzare la cannabis per uso ricreativo.

Per quali malattie il CBD può essere utile?

I possibili usi del cannabidiolo sono molteplici. Alcuni sono meno studiati, altri di più. Gli studi dimostrano che: Il CBD potrebbe alleviare il dolore. Pertanto, esiste la possibilità che il CBD possa essere utile per le seguenti malattie:

  • Osteoartrite
  • Emicrania
  • Dolore mestruale
  • Altri disturbi da dolore cronico

Poiché il CBD potrebbe avere anche effetti antinfiammatori, è possibile che venga utilizzato per trattare la sindrome dell'intestino irritabile, i reumatismi o persino l'infiammazione del tessuto nervoso che si manifesta con il morbo di Alzheimer. A causa dei suoi presunti effetti sedativi e antipsicotici, si sta studiando l'uso del CBD per la depressione, i disturbi d'ansia o la schizofrenia. La ricerca ha anche dimostrato che il CBD rafforza il sistema immunitario e può agire contro malattie virali come l'epatite e la corona. Tutto questo deriva dalla potenza della pianta di canapa, perché il cannabidiolo è un principio attivo naturale.